RIPARO TAGLIENTE

Grezzana (VR) - Veneto

È uno dei più importanti siti paleolitici italiani, sia per la successione stratigrafica (Musteriano, Aurignaziano, Epigravettiano) e la ricostruzione dei modi di vita dei gruppi umani, sia per le evidenze funerarie (una inumazione) e artistiche (oltre 200 reperti, molti inediti).
Le ricerche, avviate nel 1962, sono ancora in corso ad opera di Antonio Guerreschi e Federica Fontana (Università di Ferrara).

Inquadramento storico
Paleolitico Medio

Con questo termine si indica la fase del Paleolitico che ha visto in Europa e nel Vicino Oriente la diffusione della specie Homo neanderthalensis e della sua cultura, il Musteriano.

La cronologia è dibattuta, soprattutto in merito all'inizio della fase. Convenzionalmente questa fase viene inserita tra 250.000 e 40.000 anni fa.

Culture

Musteriano
Paleolitico Superiore

È la fase più recente del Paleolitico, tra 40.000 e 10.000 anni fa, che si fa coincidere con l'arrivo in Europa della specie Homo sapiens. In questa fase si coglie una rottura con le tradizioni culturali precedenti corelate al Neanderthal e l'avvio di una serie di pratiche utilitaristiche e simboliche che hanno un loro sviluppo nei millenni, sino all'avvento del Neolitico.

Strategie insediative, assetto dei regimi di sussitenza basati sulla caccia e sulla raccolta, le modalità del rito funerario e l'inizio della produzione artistica figuarativa sono i caratteri che consentono di seguire l'evoluzione e le trasformazioni delle prime culture sapiens.

Culture

Epigravettiano Finale

© 2017. Un progetto Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria Paolo Graziosi

+39 055 29 51 59 | info@museofiorentinopreistoria.it