GROTTA PAGLICCI

Rignano Garganico (FG) - Puglia

Questo sito, un caposaldo della preistoria italiana, è stato scoperto da Raffaello Battaglia (1953) e oggetto di scavo ad opera di Francesco Zorzi (1961-1963), Arturo Palma di Cesnola dell‘Università di Siena (1971-2001), Annamaria Ronchitelli (in corso).
Insieme all'adiacente Riparo esterno, la grotta contiene una potente successione stratigrafica con evidenze del Paleolitico inferiore e medio nel Riparo e con una sequenza del Musteriano e del Paleolitico superiore in grotta.

Inquadramento storico
Paleolitico Superiore

È la fase più recente del Paleolitico, tra 40.000 e 10.000 anni fa, che si fa coincidere con l'arrivo in Europa della specie Homo sapiens. In questa fase si coglie una rottura con le tradizioni culturali precedenti corelate al Neanderthal e l'avvio di una serie di pratiche utilitaristiche e simboliche che hanno un loro sviluppo nei millenni, sino all'avvento del Neolitico.

Strategie insediative, assetto dei regimi di sussitenza basati sulla caccia e sulla raccolta, le modalità del rito funerario e l'inizio della produzione artistica figuarativa sono i caratteri che consentono di seguire l'evoluzione e le trasformazioni delle prime culture sapiens.

Culture

Gravettiano
Epigravettiano
Epigravettiano Antico
Epigravettiano Evoluto

© 2017. Un progetto Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria Paolo Graziosi

+39 055 29 51 59 | info@museofiorentinopreistoria.it