grotta d'oriente

Favignana (TP) - Sicilia

Il sito è stato oggetto di indagine nell’ambito del progetto POR Sicilia 2000-2006 coordinato da Sebastiano Tusa che ha previsto, tra l’altro, scavi e ricerche affidati all’Università di Firenze (coordinamento Fabio Martini) nelle isole Egadi e nel comprensorio di San Vito Lo Capo.
Grotta d’Oriente, uno di questi siti sull’isola di Favignana, ha restituito una sequenza stratigrafica con evidenze dell’Epigravettiano finale, tra cui anche una sepoltura, del Mesolitico e del passaggio al Neolitico.

Inquadramento storico
Mesolitico

La fine del Pleistocene si fa coincidere col termine dell'ultima glaciazione; ad esso segue l‘Olocene, l'era geologica nella quale viviamo. La fase crono-culturale che succede al Paleolitico è detta Mesolitico e rappresenta il periodo compreso tra 10.000 e circa 6.500 anni orsono durante il quale i cacciatori-raccoglitori di cultura paleolitica devono adattarsi ai nuovi regimi climatici e ambientali postglaciali.

Le culture mesolitiche sono ancora profondamente legate alla tradizione precedente: non si registrano profondi mutamenti o trasformazioni nei modi di vita, ma si proseguono attività già note con modalità idonee alla nuova situazione ecologica. Nei regimi di sussistenza, ad esempio, si amplificano la caccia ai piccoli mammiferi e agli uccelli, la pesca e l'utilizzo di tutte le risorse marine. Il rito funerario non vede sostanziali cambiamenti.

Nelle produzioni figurative si raggiunge una specializzazione dello stile schematico e geometrico-lineare, enfatizzando schemi e composizioni già elaborate alla fine dell‘Epigravettiano.

Culture

Mesolitico Generico

© 2017. Un progetto Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria Paolo Graziosi

+39 055 29 51 59 | info@museofiorentinopreistoria.it