"VENERE"

RIPARO GABAN

Rinvenuta nel 1974 in un livello mesolitico, la scultura è in realtà un bassorilievo su corno di cervo. L’immagine femminile è in buono stile naturalistico con dettagli realistici. Originali, in rapporto alle figurazioni paleolitiche, sono l’assenza del triangolo pubico, l’accenno ai piedi e la posizione delle braccia.
(altezza cm 10,2)

Soggetto

Naturalistico umano

Categoria

Mobiliare

Materia prima

Materia dura animale

Tecnica

Scultura

Strato

in una "buca" di età mesolitica

Datazione

-

Codice reperto

-

Cronologia relativa
Mesolitico Generico

Alcuni prodotti artistici provengono da contesti mesolitici non definibili come specifico aspetto culturale, per essi va mantenuta questa generica definizione crono­culturale.

Gallery
Bibliografia
BAGOLINI B., 1978, Le manifestazioni artistiche dai cacciatori-raccoglitori al sorgere della metallurgia, in ASPES A., a cura di, L'arte preistorica nell'Italia settentrionale dalle origini alla civiltà paleoveneta, Museo Civico di Storia Naturale, Verona, pp. 21-26.
DALMERI G., GRIMALDI S., LANZINGER M., 2000, Il Paleolitico e il Mesolitico, in LANZINGER M., MARZATICO F., PEDROTTI A., a cura di, Storia del Trentino, Il Mulino, Bologna, pp. 15-117.
GRAZIOSI P., 1975, Nuove manifestazioni d'arte mesolitica e neolitica nel Riparo Gaban presso Trento, RSP, XXX, 1-2, pp. 237-278.
MARTINI F., 2016, L'arte paleolitica e mesolitica in Italia, Millenni. Studi di archeologia preistorica, 12, Firenze.

© 2021. Un progetto Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria Paolo Graziosi

+39 055 29 51 59 | info@museofiorentinopreistoria.it