bande campite e segni lineari

Grotta Le Mura

Piccolo ciottolo calcareo quadrangolare irregolare (max cm 7) inciso su entrambe le facce. Su una (faccia superiore sensu Calattini) è presente con effetto di tutto pieno una serie di cinque bande campite e altrettanti spazi risparmiati, tutti paralleli. I tracciati, talora irregolari e sommari, costruiscono un progetto organico. Sulla faccia opposta compaiono due gruppi contrapposti di brevi linee eseguite sommariamente.

Soggetto

Astratto

Categoria

Mobiliare

Materia prima

Pietra

Tecnica

Incisione

Strato

strato 2

Datazione

8.240±120 bp non cal (livello inferiore)

Codice reperto

-

Cronologia relativa
Sauveterriano

È una facies particolare del Mesolitico antico, di diffusione europea, caratterizzata dalla produzione intensiva di strumenti molto piccoli (lunghezze intorno a cm 1-2), anche di forma geometrica, detti „armature“, utilizzati per armare aste in legno e ricavare armi da lancio. Oltre a punte acuminate da inserire all'estremita dell'asta, in questa fase le armature da inserire in serie lungo l'asta hanno forma triangolare.

Dal punto di vista culturale e tecnologico il Sauveterriano possiede molti elementi di continuità con l'Epigravettiano.

Gallery
Bibliografia
CALATTINI M., 1992, Oggetti di arte mobiliare dallo strato mesolitico di Grotta delle Mura (BA), Atti IIPP XXVIII, pp. 293-301.
MARTINI F., 2016, L'arte paleolitica e mesolitica in Italia, Millenni. Studi di archeologia preistorica, 12, Firenze.

© 2020. Un progetto Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria Paolo Graziosi

+39 055 29 51 59 | info@museofiorentinopreistoria.it