4-Incisione lineare MUSTERIANA-CAV 58

GROTTA DEL CAVALLO

Ciottolo, forse utilizzato anche come percussore.
16 incisioni lineari subparallele e grosso modo unidirezionali, di lunghezza variabile, alcune molto corte.
(cm 9,6-6,2-4,2)

Soggetto

Astratto

Categoria

Mobiliare

Materia prima

Pietra

Tecnica

Incisione

Strato

strato FII

Datazione

STRATO F: circa 42.000 BP (data non calibrata)

Codice reperto

CAV 58

Cronologia relativa
Musteriano

Indica l'insieme degli aspetti culturali dell'Uomo di Neanderthal, che presentano in Europa caratteri differenziati su base micro-macroregionale. Le variabilità sono indicate soprattutto riguardo ai caratteri delle produzioni litiche ma comportamenti differenziati, dovuti anche ai diversi ambienti e distretti climatici, si rilevano anche nelle strategie di caccia e degli insediamenti.

Tra le grandi acquisizioni del Musteriano, nella visione complessiva dell'evoluzione culturale, vanno ricordate l'inizio della pratica funeraria mediante inumazione e quella del fare segno. I Neandertaliani si estinguono intorno a 30.000 anni fa.

Le produzioni grafiche sono solo lineari, con diversi livelli di elaborazione, non compaiono immagini naturalistiche di soggetti riconoscibili.

Gallery
Bibliografia
MARTINI F., 2016, L'arte paleolitica e mesolitica in Italia, Millenni. Studi di archeologia preistorica, 12, Firenze.
MARTINI F., SARTI L., BUGGIANI S. , 2004, Incisioni musteriane su pietra da Grotta del Cavallo (Lecce): contributo al dibattito sulle esperienze grafiche neandertaliane, RSP, LIV, pp. 271-290.

© 2020. Un progetto Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria Paolo Graziosi

+39 055 29 51 59 | info@museofiorentinopreistoria.it